Approvato Fondo aggiuntivo da 92 milioni per le Regioni

Sovescio con favino - Azienda Solsicano, Sambuca di Sicilia (AG)

È stato approvato in Consiglio dei Ministri su proposta del ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli il decreto legge che istituisce un Fondo compensativo a favore delle Regioni e delle Provincie autonome per il riequilibrio finanziario tra i territori regionali a seguito del riparto delle risorse relative al Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale per il biennio 2021 e 2022.

Con il decreto approvato vengono aggiunti circa 92 milioni di euro quale quota di cofinanziamento nazionale, alle risorse Feasr già stabilite per le Regioni e le Provincie autonome, e pari complessivamente ad oltre 3 miliardi di euro.
Vengono così superati i criteri storici, come sancito dalla Conferenza delle Regioni nel 2014 al termine del settennato.

Resta confermata la proposta di riparto del Ministero delle politiche agricole e che prevede, nel primo anno, il 2021, il 90% dei criteri storici e il 10% dei criteri oggettivi. Il secondo anno, invece, il 70% di criteri storici e il 30% di criteri oggettivi per il riparto.

Di seguito le assegnazioni al Fondo ripartite tra le Regioni interessate al decreto legge: Basilicata euro 5.631.737,89; Calabria euro 1.398.759,55; Campania euro 40.165.463,37; Sicilia euro 26.449.625,25; Umbria euro 19.071.869,23.