Prezzi grano tenero settembre 2022

Prezzi grano tenero al 19 settembre 2022

Grano teneroPrezzi invariati per il frumento tenero nazionale. Sui mercati a termine i prezzi sono in lieve ribasso.

I prezzi del frumento tenero nazionale rimangono invariati su tutte le piazze.

A Milano il “forza” quota un prezzo medio di 425 euro/t, mentre il “panificabile” così come il “biscottiero” quotano un prezzo medio di 367,50 euro/t. A Bologna il prezzo medio del “fino” è fermo a 367,50 euro/t, il “forza” vale mediamente 417,50 euro/t.

Sui mercati a termine internazionali le quotazioni sono in lieve ribasso. Sul Matif il future di dicembre ha chiuso venerdì a 333,75 euro/t (-4 euro/t).

A Chicago la scadenza di dicembre ha perso 9 cent/bushel; la chiusura di venerdì è 859,6 cent/bushel (315,32 euro/t). C’è da dire che nella seduta di venerdì si è mostrato qualche segnale di recupero, che potrebbe proseguire durante questa settimana, visti i segnali di acquisto da parte degli operatori.

Il mercato fisico francese è piuttosto stabile. Il prezzo fob di Rouen per il frumento panificabile di alta qualità ha guadagnato 1 euro/t (prezzo medio 338 euro/t). Il panificabile di base ha perso 1 euro/t e quota ora 326 euro/t fob Mosella.

prezzi grano tenero settembre 2022 lunedì 19


Prezzi grano tenero al 12 settembre 2022

Prezzi invariati per il frumento tenero nazionale. Sui mercati a termine i prezzi sono in forte aumento.

Per il frumento tenero nazionale si è arrestata la serie rialzista, con prezzi invariati su tutte le piazze.

A Milano il “forza” quota un prezzo medio di 425 euro/t, mentre il “panificabile” così come il “biscottiero” quotano un prezzo medio di 367,50 euro/t.

A Bologna il prezzo medio del “fino” è fermo a 367,50 euro/t, il “forza” vale mediamente 417,50 euro/t.

Sui mercati a termine internazionali le quotazioni sono in forte recupero. Sul Matif il future di dicembre (settembre è di prossima scadenza) ha chiuso venerdì a 337,75 euro/t (+17,25 euro/t).

A Chicago la scadenza di dicembre ha guadagnato 75 cent/bushel; la chiusura di venerdì è 869,4 cent/bushel (318,92 euro/t).

Il mercato fisico francese è in rialzo, complice il dinamismo delle esportazioni. Il prezzo fob di Rouen per il frumento panificabile di alta qualità ha guadagnato 5 euro/t (prezzo medio 337 euro/t). Il panificabile di base ha guadagnato 7 euro/t e quota ora 327 euro/t fob Mosella.

prezzi grano duro settembre 12 2022


Prezzi grano tenero al 5 settembre 2022

Prezzi in aumento per il frumento tenero nazionale. Sui mercati esteri i prezzi sono in lieve aumento sul mercato fisico francese.

Per il frumento tenero nazionale si registrano ancora prezzi in rialzo.

A Milano il “forza” è rimasto invariato e quota un prezzo medio di 425 euro/t, mentre il “panificabile” così come il “biscottiero” sono aumentati di 5 euro/t (prezzo medio 367,50 euro/t).

A Bologna è stato rilevato un rialzo di 4 euro/t per tutte le categorie ad eccezione del “forza” (+3 euro/t): il prezzo medio del “fino” è ora 367,50 euro/t, il “forza” vale mediamente 417,50 euro/t.

Sui mercati a termine internazionali le quotazioni sono in calo in Europa e stabili negli USA. Sul Matif il future di settembre ha chiuso venerdì a 323,75 euro/t (-6,50 euro/t). A Chicago la scadenza di settembre ha guadagnato 8 cent/bushel; la chiusura di venerdì è 793 cent/bushel (293,83 euro/t).

Il mercato fisico francese è invece in aumento, complice il dinamismo delle esportazioni. Il prezzo fob di Rouen per il frumento panificabile di alta qualità ha guadagnato 5 euro/t (prezzo medio 332 euro/t). Il panificabile di base ha guadagnato 2 euro/t e quota ora 320 euro/t fob Mosella.

prezzi grano tenero settembre 2022 lunedì 5