Prezzi riso novembre 2021

Prezzi riso al 22 novembre 2021.

RisoBuona richiesta di prodotto: rispetto allo stesso periodo dello scorso anno i trasferimenti di risone, secondo le rilevazioni dell’Ente risi, sono in aumento del’8%.

Alla Borsa merci di Vercelli listini ancora in rialzo per le varietà Balilla, Centauro e similari (+ 45 euro, a 461 – 480 euro/t); Sole CL (+ 9 euro, a 461 – 480 euro/t); Roma e similari (+ 25 euro, a 390 – 405 euro/t), Baldo e similari (+ 17 euro, a 411 – 430 euro/t) e Carnaroli e similari (+ 24 euro 549 – 600 euro/t).

Sui mercati internazionali è in calo il Vietnam 5% (- 10 dollari, a 490 dollari/t). In aumento il Myanmar 5% (+ 10 dollari, a 490 dollari/t) e il Thai 100% B (+ 5 dollari, a 490 dollari/t).


Prezzi riso al 15 novembre 2021.

L’Ente Risi rileva che dall’inizio della campagna sono state trasferite 297.260 tonnellate di risone, con un aumento di 23.078 t (+8%) rispetto a un anno fa.

Alla Borsa merci di Vercelli listini in rialzo per le varietà Balilla, Centauro e similari (+5 euro, a 416 – 435 euro/t); Sole CL (+41 euro, a 452 – 471 euro/t); Selenio (+45 euro, a 555 – 575 euro/t); Tipo Ribe (+40 euro, a 405 – 424 euro/t); Loto e similari (+47 euro, a 461 – 480 euro/t); Augusto (+47 euro, a 461 – 480 euro/t); Baldo e similari (+48 euro, a 394 – 413 euro/t).

Sui mercati internazionali sono in calo l’Argentina 5% (-20 dollari, a 490 dollari/t), il Thai 100% B (-6 dollari, a 384 dollari/t) e l’Uruguay 5% (-5 dollari, a 545 dollari/t); in aumento l’India Basmati Traditional (+75 dollari, a 1550 dollari/t).


Prezzi riso all’8 novembre 2021.

Finora i trasferimenti di risone, sulla base delle rilevazioni dell’Ente risi, hanno riguardato 340.918 tonnellate, con un incremento di 20.424 tonnellate (+ 6%) rispetto alla campagna precedente.

Alla Borsa merci di Vercelli prezzi in tensione: sono in aumento le quotazioni delle varietà Balilla, Centauro e similari e Sole CL, entrambe con + 7 euro a tonnellata, a 411 – 430 euro/t. In aumento anche Loto e similari e Augusto, entrambe con segno positivo di 10 euro a tonnellata, a 414 – 433 euro/t. Arborio e Volano e CL388 fanno registrare segno positivo con un aumento di 48 euro a tonnellata, a 452 – 480 euro/t. Aumentano ancora di 23 euro sui valori massimi le varietà Carnaroli e similari, a 525 – 576 euro/t. Prezzi in salita di 14 euro a tonnellata anche per il Lungo B, a 361 – 380 euro/t.

Sui mercati internazionali sono in calo l’Argentina 5% (- 100 dollari, a 510 dollari/t), l’Uruguay 5% (- 30 dollari, a 550 dollari/t) e il Thai 100% B (- 5 dollari, a 390 dollari/t). In aumento il Pakistan 5% (+ 7 dollari, a 365 dollari/t) e il Pakistan 25% (+ 5 dollari, a 338 dollari/t).


Prezzi riso al 2 novembre 2021.

Scambi vivaci sul mercato interno: dall’inizio della campagna, secondo le rilevazioni dell’Ente Risi, sono state trasferite 297.260 t di risone, con un aumento di 23.078 tonnellate (+8%) rispetto a un anno fa.

Mercato tonico alla Borsa Merci di Vercelli, con aumenti di 39 euro/t per le varietà Balilla, Centauro e similari, Sole CL, Loto e similari, Augusto: tutte queste varietà quotano ora tra 404 e 423 euro a tonnellata. In aumento anche Sant’Andrea e similari (+ 15 euro, a 410 – 430 euro/t) e Gloria (+ 15 euro, a 410 – 430 euro/t). Da segnalare anche l’aumento delle varietà Carnaroli e similari (+25 euro, a 525 – 553 euro/t). Aumenta di 10 euro a tonnellata anche il Lungo B, a 347 – 366 euro.

Sui mercati internazionali sono in calo le varietà Pakistan 5% (- 7 dollari, a 358 dollari/t), Vietnam 5% (- 5 dollari, a 435 dollari/t), India 5% (- 5 dollari, a 360 dollari/t), Pakistan 25% (- 2 dollari, a 333 dollari/t) e Thai 100%B (- 1 dollaro, a 395 dollari/t).