Peronospora su IV gamma: buon controllo con COS-OGA

peronospora su rucola

La coltivazione degli ortaggi a foglia di IV gamma è caratterizzata da elevata specializzazione produttiva, difficoltà di praticare ampie rotazioni, rapidità del ciclo produttivo e necessità di irrigare per aspersione sopra chioma. In particolare quest’ultimo aspetto è favorevole allo sviluppo di diverse malattie fungine.

La rapidità del ciclo produttivo e la limitata disponibilità di sostanze attive autorizzate contribuiscono ad accrescere la problematica della difesa fitosanitaria di queste colture.

Controllo della peronospora

Nonostante l’introduzione di varietà tolleranti, in presenza di umidità relativa elevata possono verificarsi pericolosi attacchi di peronospora (Bremia lactucae, Hyaloperonospora parasitica, ecc.); con presenza di bagnatura fogliare il decorso della malattia è estremamente rapido e in pochi giorni si può perdere l’intera coltura.

La disponibilità di poche sostanze attive registrate ha evidenziato la necessità di integrare i trattamenti chimici tradizionali con altre soluzioni alternative, fra cui le sostanze attive «a basso rischio», previste dal regolamento europeo relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari (CE, reg. 1107/2009 – art. 22). Anzi, l’utilizzo dei nuovi biopreparati è in continuo aumento per rispondere alle recenti esigenze della filiera agro-alimentare.

Sperimentazione condotta su rucola e lattughino verde e rosso

COS-OGA è un complesso brevettato di oligosaccaridi di origine naturale formato da una parte «COS» (chito-oligosaccaridi) derivata da chitosano e da una parte «OGA» (oligo-galatturonani) derivata da pectine. COS-OGA (Ibisco – Gowan) è la prima «sostanza attiva a basso rischio» approvata a livello comunitario ed è commercializzata in Italia per il controllo dell’oidio su diverse colture.

Nel 2017 e nel 2019 sono state condotte, in provincia di Salerno dal Centro di saggio Sele Agroresearch, 3 prove sperimentali di lotta contro la peronospora di lattughe e rucola di IV gamma in coltura protetta per verificare l’attività di COS-OGA, in relazione alla recente estensione d’impiego contro le peronospore di tutte le colture baby leaf in campo e serra.

Nel corso dei due anni di sperimentazione COS-OGA, impiegato da solo o in miscela con ossicloruro di rame e idrossido di rame, ha evidenziato una buona efficacia contro le principali specie di peronospora che attaccano le colture orticole a foglia di IV gamma e un’ottima selettività sulle colture saggiate (lattughino e rucola).

L’attività del COS-OGA nei confronti delle peronospore oggetto dello studio si è rivelata soddisfacente e comparabile a quella di alcune sostanze attive di origine chimica e biologica di riferimento anche in caso di forte pressione della malattia.

Nella sperimentazione su rucola l’aggiunta del formulato ossicloruro di rame + idrossido di rame ne ha migliorato l’attività a fronte di una perfetta selettività. Questa miscela si è dimostrata una strategia soddisfacente in quanto il rame protegge le foglie inizialmente, dando tempo al COS-OGA di innescare i processi elicitori di autodifesa della pianta.

COS-OGA (12,5 g/L), grazie all’originalità del suo meccanismo d’azione, al favorevole profilo ecotossicologico, all’assenza di limite di residuo e di intervallo di sicurezza, si propone come soluzione antiperonosporica innovativa sia per l’agricoltura biologica sia per la produzione integrata.

Infatti, la flessibilità di impiego del prodotto rende possibile il suo utilizzo in ogni stagione, soprattutto nei cicli invernali dove le condizioni climatiche aumentano la sensibilità delle baby leaf alla peronospora. Per queste tipologie di colture a breve ciclo diventa strategico l’inserimento di un prodotto come COS-OGA per ridurre la problematica dei residui chimici da agrofarmaci.

Il prodotto, per esplicare al massimo le proprie potenzialità, deve essere impiegato con un intervallo tra i trattamenti non superiore a 7 giorni e in modo preventivo, con l’esecuzione di 2-3 interventi fogliari prima degli attacchi del patogeno, così da manifestare un effetto elicitore «cumulativo».

 

Tratto dall’articolo pubblicato su L’Informatore Agrario n. 17/2021
Peronospora su IV gamma: buon controllo con COS-OGA
di O. Mancino, A. Grimaldi, S. Alessandri
L’articolo completo è disponibile per gli abbonati anche su Rivista Digitale