riviste mensili agricole, riviste settimanali agricole, riviste agricoltura, riviste online agricoltura, riviste agricole specializzate, riviste specializzate agricoltura

riviste agricole, mondo agricoltura, riviste agricoltori  
riviste agricoltura, testate agricoltura, edizioni agricoltura
 
   
Home Riviste   L'Informatore Agrario   Vita in Campagna   Mad   Origine   International Agricultural Policy  

elenco prodotti in vendita
n°prodotti: 0
Totale: E. 0,00
cassa

chi siamo





riviste agricole, rivista per gli amanti della campagna, rivista sull'agricoltura professionale, riviste sull'agricoltura non professionale, edizioni dedicate al mondo agricolo, riviste specializzate in agricoltura, testate e giornali online agricoltura


L'Informatore Agrario
Sommario rivista Approfondimento
6
 9 - 15 Feb.

  2007
segnala ad un amico  invia ad un amico    scrivi un commento alla redazione  scrivi alla redazione
non in vendita
 

Attualità POLITICA

Pomodoro 2007, un buon contratto è possibile

Trattativa con gli industriali in dirittura finale

Ci sono le condizioni di mercato e produttive per arrivare a un prezzo e a una griglia di qualità che siano di soddisfazione per gli agricoltori, dopo anni di sacrifici. La filiera alla prova della verità

È in fase avanzata la trattativa per la definizione delle condizioni contrattuali della campagna del pomodoro 2007-2008 e l'auspicio è che sia al Nord che al Sud si trovi il bandolo della matassa, con il giusto incremento dei prezzi e la rivisitazione delle griglie-qualità.

Il contesto
A gennaio è stato fissato, attraverso l'accordo interprofessionale, l'obiettivo di produzione a 4.600.000 t, in linea con quanto prospettato e rispettato l'anno scorso: fortuna o, finalmente, capacità di programmazione?
Successivamente la Commissione Ue ha fissato l'aiuto per la campagna entrante a 27,76 euro/t (era 30,43 euro/t l'anno scorso), conseguenza del superamento della soglia nazionale nelle tre campagne di riferimento, applicando una penalità pari al 19,6%. Per la Spagna l'aiuto è stato fissato a 12,75 euro/t (era 23,35 euro/t nel 2006).
Vale la pena ricordare che il superamento della soglia è determinato dal concorso di due fattori: l'eccesso di produzione e l'eccesso di trasformazione. L'eccesso di produzione, da solo, se questa non viene trasformata, non genera il superamento della soglia. In sostanza si tratta del mix esubero di offerta e di trasformazione che determina il problema. Il regolamento comunitario colpisce però solo la parte agricola, che spesso, come avvenuto nel 2006, viene anche penalizzata sul prezzo.
Il 24 gennaio scorso è stato trasmesso l'elenco delle industrie, per la precisione 178, e delle organizzazioni di produttori (op), 66, riconosciute a operare in regime di aiuto. La pubblicazione tardiva di questi elenchi ha determinato, per l'ennesima volta, seppure a norma di regolamento, lo slittamento della data limite per la stipula dei contratti dal 15 al 28 febbraio prossimo, con i soliti problemi, tutti di parte agricola, di perdita di potere contrattuale.
Infine va registrato che si starebbe concretizzando in questi ultimi giorni la volontà spagnola, assolutamente da contrastare, di concedere un aiuto di Stato che consenta di rimediare parzialmente a una penalità abbondantemente meritata nel corso degli anni con una condotta produttiva quanto meno dissennata.

Le condizioni
In questo momento non sono ancora chiuse le trattative e non è noto su quali livelli di prezzo (indicativamente) e con quali griglie verranno chiusi gli accordi.
A tale proposito è bene ricordare i prezzi indicativi delle ultime campagne. Al Nord, che aveva un prezzo base 100 nel 2005 di circa 41 euro/t e di 50,5 euro/t nel 2004, nel 2006 si sono siglati i contratti attorno a 39 euro/t, ma con una griglia di qualità peggiorativa per la parte agricola per il terzo anno consecutivo e altri problemi legati alla definizione di difetti, inerti e trasporti. Al Sud, a fronte di un prezzo base 100 nel 2005 di circa 61,9 euro/t per il lungo e 51,6 euro/t per il tondo (erano rispettivamente 67 e 56,8 euro/t nel 2004), i contratti 2006 si erano chiusi attorno a 41,31 euro/t per il lungo e 36,15 euro/t per il tondo, con una opzione «pomodoro per concentrato» a 25,82 euro/t e la possibilità di incrementi di prezzo per condizioni particolari, ma senza una griglia di qualità. Il prezzo di per sé non è un elemento sufficiente a valutare un contratto, ma deve essere considerato nell'ottica della griglia che verrà applicata.
Ma anche la griglia può essere un qualcosa di relativo, poiché la vera differenza, come verificato anche nel 2006, viene determinata dall'abbondanza o carenza di prodotto in fase di raccolta.

Prezzo incerto
Conoscendo l'importo dell'aiuto, possiamo ipotizzare un confronto con il prezzo delle precedenti campagne, consapevoli del fatto che i costi di produzione (tra i 70 e i 90 euro/t a seconda delle rese) non sono certo calati e che aspettative a oggi negative si addensano sulla disponibilità idrica per la prossima estate.
Nella tabella sono evidenziati i prezzi indicativi e il valore del premio delle ultime campagne, senza però conoscere la griglia, elemento invece fondamentale. Fissato il premio a 27,76 euro/t, per avere un prezzo simile a quello del 2006 servirebbero 41,67 euro/t al Nord e 38,82 euro/t al Sud; per raggiungere il prezzo del 2005 servirebbero 47,74 euro/t al Nord e 58,34 euro/t al Sud, mentre servirebbero ben 57,24 euro/t per avere lo stesso livello di prezzo del 2004 al Nord e 63,54 euro/t al Sud. Questo almeno in teoria, perché, come detto, si devono poi analizzare le condizioni di griglia, ovvero la base 100, premi e penalità, inerti, consegne, ecc.

Filiera batti un colpo!
È adesso, quindi, che la filiera, intesa come partnership di soggetti economici che programmano insieme il proprio business, deve dimostrare di esistere.
I segnali del mercato sono positivi, la produzione è calata negli ultimi due anni e le giacenze sono scese. Insomma, ci sono tutte le condizioni per un prezzo e una griglia finalmente di soddisfazione per la parte agricola, troppo sacrificata negli ultimi anni, e la parte industriale lo sa benissimo.
Staremo a vedere come si conclude la partita questa volta.

Sommario rivista Lorenzo Bazzana


la ricerca

trova 

© 2014 Tutti i diritti riservati - Edizioni L'Informatore Agrario S.r.l.