Instagram e vino: istruzioni pratiche per attirare follower

Instagram dietro le quinte

Instagram è una piattaforma pensata per condividere foto e brevi video con i propri contatti. In Italia, il numero di utenti attivi ogni mese è pari al 27% della popolazione a riprova che questo social network presenta delle interessanti potenzialità per le aziende, soprattutto se il nostro target è tra i più giovani.

Scegliendo il profilo business – gratuito – si avranno a disposizione le statistiche per vedere in quanti hanno visualizzato le nostre immagini, da quali città, eccetera.
È possibile poi inserire alcune informazioni utili come numero di telefono, email e indicazioni stradali. Inoltre, associando il profilo alla pagina Facebook sarà possibile gestire più facilmente anche le pubblicità.

Gli hashtag sono uno degli strumenti principali di Instagram. Si tratta di parole chiave precedute da un cancelletto (#) che hanno una funzione ben specifica: permettono di catalogare ogni immagine in base al contenuto.
Cliccando sull’hashtag è possibile vedere tutte le immagini pubblicate con quella stessa parola chiave. Ad esempio, nel settore del vino, tra le più popolari ci sono #winelover, #instawine, #winegeek. Oltre a queste si possono aggiungere hashtag associati alla località dove si trova l’azienda, ad esempio #igersalento, #igersmaremma, o anche #tuscanygram.
Come capire quali sono gli hashtag più adatti? Semplice: controllate i profili enogastronomici che più vi piacciono e che sono più seguiti e cercate di capire quali usano.
A questi è bene aggiungere anche degli hashtag che rinforzano l’immagine del brand, ad esempio quelli del tipo #nomecantina, #nomevino o magari un hashtag che avete associato a un evento in cantina. Secondo alcuni studi, è preferibile usare una trentina di hashtag per avere maggiore visibilità.

Pensate al vostro profilo come a una serie di rubriche: ad esempio vita in cantina, abbinamenti enograstronomici, territorio.
Cercate poi di programmare i contenuti seguendo un filo logico. Per finire, misurate i risultati. Grazie alle statistiche, avete infatti modo di capire quanto vi seguono, se il loro numero aumenta, e via dicendo. È quella la bussola per capire se state procedendo come vorreste.

 

Tratto dall’articolo pubblicato su Vite&Vino n. 05/2018
Instagram e vino: istruzioni pratiche per attirare follower
di Slawka G. Scarso
L’articolo completo è disponibile per gli abbonati anche su Rivista Digitale