Direttiva nitrati, Italia sotto accusa

terreno-concimato

L’Italia non ha designato le zone vulnerabili ai nitrati, non ha monitorato le proprie acque e non ha adottato misure supplementari in una serie di regioni interessate dall’inquinamento da nitrati da fonti agricole.

Con queste motivazioni la Commissione europea ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia con l’invio della lettera di messa in mora, dando un termine di due mesi per rispondere ai rilievi formulati da Bruxelles.

Anche la Spagna è in procedura di infrazione per violazione della stessa direttiva, che ha lo scopo di ridurre l’inquinamento idrico causato o indotto dai nitrati provenienti da fonti agricole e di prevenire ulteriore inquinamento.