Bietole, una coltura interessante per il 2019

Barbabietola-in-campo

Nonostante l’andamento non esaltante della campagna 2018, ci sono almeno due buone ragioni per coltivare barbabietole da zucchero anche il prossimo anno. La prima è che è stata significativamente incrementata la dotazione nazionale per gli aiuti accoppiati a favore dei coltivatori.

Per le bietole ci saranno infatti circa 5,6 milioni di euro in più rispetto alla dotazione storica 2017. In quell’anno, il budget settoriale è stato di 16,8 milioni di euro che salirà a 22,4 per le annate 2019 e 2020. Si stima così un aumento del premio di circa 150 euro/ha, portando l’importo da 444 euro/ha del 2017 a oltre 590 per i due prossimi anni.

La seconda ragione è che a fine ottobre scorso sono stati definiti due accordi interprofessionali per la campagna bieticolo-saccarifera 2019-2020, sottoscritti dalle due società industriali superstiti in Italia, la cooperativa Coprob e il gruppo industriale Sadam, che prevedono un aumento dei ricavi per gli agricoltori.

Per quanto riguarda l’intesa con Coprob, il prezzo della barbabietola convenzionale con compenso per la rinuncia polpe da parte della cooperativa è pari complessivamente a 40,10 euro/t, comprensivo della quota del contributo accoppiato che incide indicativamente per 12 euro/t.

Sono previste altre 4 componenti che insieme all’aiuto comunitario legato alla produzione vanno a costituire il ricavo loro per il coltivatore. Esse sono il prezzo industriale base con polarizzazione a 16 gradi (22,60 euro/t), cui si aggiunge il contributo alla semina (1,50 euro/t), il premio contrattazione triennale (altri 1,5 euro) e la rinuncia polpe (2,50 euro). In caso di acquisto di polpe da parte di terzi c’è una piccola maggiorazione che porta il ricavo complessivo a 40,60 euro/t. Il ricavo per le bietole derivanti dal coltivazione in biologico sale considerevolmente e si attesta a 87 euro/t.

Per gli agricoltori che conferiscono allo zuccherificio di Sadam a San Quirico in provincia di Parma il ricavo è di 41,50 euro/t, articolato in 4 componenti: il prezzo base, l’aiuto accoppiato, la valorizzazione energetica delle polpe surpressate di spettanza e l’integrazione del Fondo bieticolo nazionale.

 

Tratto dall’articolo pubblicato su L’Informatore Agrario n. 40/2018, pag. 11
Bietole, ecco aiuti e prezzi per il 2019
L’articolo completo è disponibile anche sulla Rivista Digitale